contattaci

 

Puoi inviare le tue richieste o i tuoi commenti relativi ai contenuti del sito.

Usa il campo 'Messaggio' a destra per contattarci e inserisci il tuo indirizzo email.

 

Manor Gardens, Baviaanskloof Road
Hout Bay 7806, Cape Town
South Africa

+39 3351339438

L'ERA DEL COACHING

Blog

 

 

I principi del coaching incontrano la saggezza degli antichi filosofi

Cristina Campofreddo

 di Cristina Campofreddo - estratto dal  libro 'Sofia, Seneca e il Coaching' (Amazon ebook)

di Cristina Campofreddo - estratto dal libro 'Sofia, Seneca e il Coaching' (Amazon ebook)

Attraverso un immaginario scambio epistolare, Lucio Anneo Seneca diventa il mentore dei principi etici del coaching moderno.
L'invito è questo: lasciatevi guidare, attraverso le parole di Sofia e di Seneca e lasciatevi da esse coinvolgere, contagiare ed incuriosire.
Scoprirete che il coaching è uno strumento eccezionale, alla portata di tutti, semplice, diretto e potente.  Sentirete così il bisogno di ‘risvegliarvi alla vita’, che è già in ognuno di voi.


Carissimo Lucio Anneo, Maestro caro,
non sai quanto sia felice di leggere la tua lettera, che arriva per me in un momento di studio e di esplorazione.
Voglio quindi procedere, come tu mi hai esortato, a scorrere i contenuti delle competenze indispensabili a coloro che desiderano affacciarsi alla professione di coach con solide basi e serietà.
E’ necessario innanzitutto comprendere l’etica e gli standard di questa professione ed essere in grado di applicarli in maniera appropriata in tutte le situazioni di coaching.
Il buon coach segue le regole di etica deontologica, secondo la quale fini e mezzi sono strettamente dipendenti gli uni dagli altri. 
Comunicare con chiarezza le differenze tra coaching, consulenza, psicoterapia ed altre professioni di supporto costituisce uno dei primi passi, utili per costruire una relazione trasparente tra coach e cliente.
Suggerire al cliente di rivolgersi ad un altro professionista di supporto, sapendo quando è necessario e quali sono le risorse esistenti, rappresenta la strada migliore per procedere con competenza.
Diventa necessario per un coach essere in grado di stabilire quello che viene chiamato l’accordo di coaching.
Il buon coach ha sviluppato la capacità di comprendere quali sono i bisogni che emergono dalla interazione di coaching che si sta creando e di concordare con il potenziale e nuovo cliente i termini del processo e della relazione.

Mi fermo qui, Seneca, non voglio prendere troppo del tuo tempo e mi metto ad attendere con desiderio di conoscenza la tua risposta riguardo a quanto ho scritto sino ad ora.
Ti invio il mio saluto carissimo.
Sofia

diem XVI October 51 d.C.

Non mi trattengo dall’affermare che le tue parole stimolano il mio interesse e mi ricordano una affermazione che scrissi non molti anni fa:

« Sapere significa far proprie le nozioni apprese e non star sempre attaccato al modello, con lo sguardo sempre rivolto al maestro »

Legate con fili invisibili a queste specifiche competenze, sento anche altre mie affermazioni che ti riporto, qualora tu non le ricordassi:

« Si stabilisca dunque dove vogliamo arrivare e per quale strada,

non senza una guida cui sia noto il cammino che abbiamo intrapreso »

« Chi accoglie un beneficio con animo grato paga la prima rata del suo debito»

Continua, dunque, Sofia e ricordala bene questa frase che ho letto in Pindaro, che ha vissuto molto prima di me: “Diventa ciò che sei”.

Stammi bene.

Lucius Annaeus Seneca